Archivio 2015

Durata dell’incarico dell’amministratore di condominio – Tribunale di Milano del 7 ottobre 2015

L'omesso inserimento all'ordine del giorno dell'assemblea della nomina dell'amministratore è conforme alla nuova disciplina del condominio, che prevede la durata in carica dell''amministratore per un anno tacitamente prorogabile per un altro anno, salvo delibera di revoca assunta dalla medesima assemblea. Tribunale di Milano del 7 ottobre 2015

Durata dell’incarico dell’amministratore – Trib. Taranto Sez. II, Sent., 10/12/2015

La conferma, dopo la novella legislativa, che nel raccordo tra l’art. 1135, I c.,n. 1,  c.c. e l’art. 1129, X c ., c.c. mostra di avere optato per un durata biennale dell’incarico e’ stato reputato che la “conferma” si verifica quando, alla scadenza del secondo anno l’assemblea ribadisca-formalmente ed espressamente -la scelta con un atto (la conferma) che si sostanzia in una “nuova”nomina alle stesse condizioni del precedente contratto di mandato e per lo stesso periodo, che e’ quello indicato dall’art. 1129 ,X c.,  c.c. cioe’ un anno con rinnovo automatico in difetto di disdetta.   REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL [...]

Reati edilizi – Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 27 novembre 2014 – 3 febbraio 2015, n. 4933

In tema di reati edilizi (e dei commessi illeciti paesaggistici) la responsabilità del proprietario o comproprietario non committente non può essere oggettivamente dedotta dal diritto sul bene né può essere configurata come responsabilità omissiva per difetto di vigilanza, attesa l'inapplicabilità dell'art. 40, secondo comma, cod. pen., ma dev'essere dedotta da indizi ulteriori rispetto all'interesse insito nel diritto di proprietà, idonei a sostenere la sua compartecipazione, anche morale, al reato    Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza 27 novembre 2014 – 3 febbraio 2015, n. 4933 Presidente fiale – Relatore Mengoni Ritenuto in fatto Con sentenza dell'8/11/2013, la Corte di [...]