Magazine

/Magazine

Bando Isi 2018, per il miglioramento della salute e della sicurezza sul lavoro

Bando Isi 2018, fino al 30 maggio la compilazione online delle domande per accedere agli incentivi Inail Al via la prima fase della procedura di assegnazione dei quasi 370 milioni di euro a fondo perduto messi a disposizione con la nona edizione dell’iniziativa, promossa dall’Istituto per migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Per promuovere la partecipazione delle aziende la campagna informativa #storiediprevenzione ritorna su stampa, radio, web e tv   ROMA - Si apre ufficialmente oggi la procedura per l’assegnazione dei 369.726.206 euro di incentivi del bando Isi 2018. È l’importo più alto stanziato dall’Inail [...]

Definizione agevolata delle controversie tributarie – Interpello risposta n.136 n. Ag. Entrate

 Il comma 9 dell' articolo 6 del decreto legge n. 119 del 2018 dispone che dagli importi dovuti per la definizione “si scomputano quelli già versati a qualsiasi titolo in pendenza di giudizio“ e, di conseguenza, si ritiene che l’importo versato dall’istante per la precedente definizione agevolata (ex articolo 11 del decreto-legge n. 50 del 2017), poi non perfezionata, sia scomputabile dall’importo lordo dovuto per l’attuale definizione. Risposta n.136 Ag.Entrate

Data breach Unicredit – Provvedimento del Garante n.87 del 28 marzo 2019

Provvedimento su data breach - 28 marzo 2019 Registro dei provvedimenti n. 87 del 28 marzo 2019 IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELLA riunione odierna, in presenza del dott. Antonello Soro, presidente, della dott.ssa Augusta Iannini, vicepresidente, della dott.ssa Giovanna Bianchi Clerici e della prof.ssa Licia Califano, componenti, e del dott. Giuseppe Busia, segretario generale; VISTO il Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento [...]

Regime forfetario – Age. Entrate Risposta (interpello) 11 aprile 2019, n.107

Detto regime, destinato agli operatori economici di ridotte dimensioni, è stato introdotto dall’articolo 1, commi da 54 a 89, delle legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015) e modificato dall'articolo 1, commi da 111 a 113, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) . Esso rappresenta il regime naturale delle persone fisiche che esercitano attività di impresa, arte o professione in forma individuale, che siano in possesso del requisito di cui al comma 54, dell’articolo 1 della legge di stabilità 2015, e non incorrano in una delle cause di esclusione previste dal successivo [...]

EquiPro

EquiPro EquiPro è l’area riservata a disposizione di commercialisti, consulenti del lavoro, tributaristi, centri di assistenza fiscale (Caf) e associazioni di categoria. Con EquiPro gli intermediari possono utilizzare i servizi online di Agenzia delle entrate-Riscossione per conto dei loro assistiti che vogliono avvalersi di un professionista di fiducia per avere sempre sotto controllo cartelle, avvisi, rate e scadenze. Gli intermediari abilitatie i loro incaricati possono visualizzare online la situazione debitoria (cartelle e avvisi di pagamento emessi dal 2000), i piani di rateizzazione dei loro assistiti nonché utilizzare i seguenti servizi dispositivi: pagare cartelle e avvisi di pagamento; ottenere direttamente online, in presenza dei requisiti, la rateizzazione per importi fino a [...]

Deleghe servizi online Agenzia delle Entrate – Riscossione

Gli intermediari abilitati (Caf, professionisti, ecc.) possono utilizzare i servizi online di Agenzia delle entrate-Riscossione per conoscere la situazione debitoria, ottenere una rateizzazione, richiedere una sospensione o gestire le istanze di definizione agevolata dei propri assistiti se in possesso di specifica delega, verificare i pagamenti, gli sgravi e le sospensioni, le procedure e i piani di rateizzazione concessi. Il contribuente può conferire la delega: online collegandosi al sito agenziaentrateriscossione.gov.it ed entrando nella sua area riservata con una delle seguenti credenziali: Agenzia delle Entrate, INPS, SPID, CNS-Carta Nazionale dei Servizi; oppure, anche in formato cartaceo, utilizzando il modello DP1 (scaricabile dal sito web agenziaentrateriscossione.gov.it). [...]

Deleghe per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica – Provv. Ag. Entrate n.96618 del 17/4//19

Con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 291241 del 5 novembre 2018, successivamente modificato dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 21 dicembre 2018, sono state definite nuove modalità per il conferimento/revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica. Entrate_Provvedimento_17_aprile_2019_n._96618

Chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate sulla mancata comunicazione Enea

Per consentire la trasmissione delle informazioni relative agli interventi effettuati, l’ENEA, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e con l’Agenzia delle Entrate, ha realizzato un sito web dedicato mediante il quale effettuare, entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo, la trasmissione delle relative informazioni. Atteso che il sito è stato reso disponibile dal 21 novembre 2018, per gli interventi la cui data di fine lavori (o di collaudo) è compresa tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018, il termine dei 90 giorni decorre da tale ultima data. Successivamente, per tener conto [...]

Amianto – TAR Umbria Sez. I n. 75 del 18 febbraio 2019

In tema di cessazione dell’impiego dell’amianto rileva, ai fini dell’applicazione della specifica normativa, che si tratti comunque di strutture suscettibili di "utilizzazione collettiva in cui sono in opera manufatti e/o materiali contenenti amianto dai quali può derivare una esposizione a fibre aerodisperse"  (cfr., premesse al d.m. 6 settembre 1994), indipendentemente dal fatto che esse si trovino, allo stato, inutilizzate. Pubblicato il 18/02/2019 N. 00075/2019 REG.PROV.COLL. N. 00286/2018 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per l' Umbria (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 286 del 2018, proposto da [...]

Precarietà delle opere – Consiglio di Stato Sez. VI n. 1106 del 18 febbraio 2019

La natura precaria di un intervento edilizio deve essere valutata in riferimento alle esigenze e all'utilità che la struttura è destinata a soddisfare, a prescindere dai suoi connotati e dai materiali utilizzati. Più precisamente, i requisiti per poter definire precaria una costruzione sono stati individuati: a) nella destinazione obiettiva, rivolta ad una necessità contingente; b) nell’intenzione originaria di rimuovere la struttura al venir meno della necessità del soddisfacimento dell’esigenza temporanea; c) nella provata esistenza di un rapporto di strumentalità della struttura con la situazione di necessità temporanea. Dunque, la precarietà della costruzione va valutata a prescindere dalla maggiore o minore [...]